La mia prima volta in Africa, il mio primo Safari, un pezzo di mondo che fino a questo momento conoscevo solo attraverso i documentari. 

Decidere di fare un Safari in Africa significa prendere in considerazione una serie di costi da affrontare, soprattutto se si decidere di partire nella stagione migliore, che corrisponde alla nostra estate ( da maggio a settembre ).

In questo post vi darò alcune dritte da seguire per effettuare un “safari low cost” 

sicuro e perfetto.

Come raggiungere l’Etosha Park?

Potete prendere in considerazione l’idea di organizzare un bel self drive all’interno dell’ Etosha, in quanto è uno di quei parchi che ti permette di guidare autonomamente.

Vi consiglio di noleggiare un’auto all’aeroporto di Windhoek, preferibilmente un 4×4 perché la maggior parte delle strade in Namibia sono sterrate, e di raggiungere Anderson Gate.

Sono approssimativamente 500km, e non essendo riuscita a partire da Windhoek  prima delle 17.00 mi sono fermata a dormire a Otjiwarongo. É consigliabile non guidare con il buio, le strade sono buie e in molti tratti sterrate.

Muoversi autonomamente significa anche non essere costretti ad acquistare i game drive organizzati, al mattino potrete consultare il tabellone degli avvistamenti e decidere il vostro percorso migliore da seguire.

 

Dove dormire?

All’interno dell’Etosha sono presenti tre campi dove è possibile mangiare e pernottare. Ogni area dispone di comodi bungalow , ma è scontato dirvi che i prezzi durante la stagione alta sono proibitivi e non disponibili se non prenotati con mesi di anticipo.

Quindi vi consiglio di provare la vita da campeggio, se ci sono riuscita io ci potete riuscire anche voi. Questo è stato il viaggio delle prime volte, non sapevo nemmeno come montare una tenda, ma dopo diverse prove a casa di montaggio e smontaggio, si è rivelato un gioco da ragazzi. 

Ha diversi pro dormire in tenda nella savana:

– ammortizzerete i costi

– farete amicizia con i vostri vicini

– ascolterete benissimo i versi degli animali durante la notte 

– amerete organizzare le vostre cose all’interno della la vostra “casetta”

 

Perché dormire all’interno dell’ Etosha?

Ai confini dei campi situati all’interno dell’ Etosha sono state create delle pozze d’acqua “ waterhole “, dove dal tramonto fino all’alba vengono centinaia di animali ad abbeverarsi. Non basterebbero dieci pagine per trascrivere a parole le emozioni vissute ammirando tutte quelle creature, la gerarchia e il rispetto che esiste tra loro, i cuccioli di elefante che dopo una giornata di caldo afoso non vedono l’ora di correre e tuffarsi nella pozza a giocare, sotto l’occhio vigile della matriarca ( la femmina di elefante più anziana ) che sorveglia l’intera area.

Per non parlare delle giraffe, così alte, così carine ma tanto buffe mentre bevono.

 

Dove mangiare?

Diciamo che chiamare campi queste zone dove mangiare e pernottare è riduttivo, perché sono dei veri e propri villaggi. Troverete dalla stazione di servizio al supermercato. Quindi anche qui la decisione spetterà a voi, io a pranzo essendo sempre in giro per il parco mangiavo un sandwich o un frutto, per cena invece preparavo qualcosa di caldo. 

Ma non vi preoccupate, non dovete partire dall’Italia con il set di pentole e la bombola da campeggio, perché potrete noleggiare tutto l’occorrente a Windhoek.   

Questo è il sito:

http://camping-hire-namibia.com

Vi consiglio di fare una spesa consistente prima di partire dalla capitale, perché la comodità di comprarli all’interno del campo la pagherete fino all’ultimo centesimo.

Quanto costa entrare al parco Etosha e campeggiare?

Adulto: 80 NAD

Macchina: 10 NAD

Zona di sosta: Stagione alta 350 NAD ( max 8pax) ( 23 € )

I prezzi al giorno a persona.

La parola d’ordine è il rispetto

Anche se decidiamo di “autogestirci” bisogna rispettare le regole del parco. 

– Rispettare il limite di velocità ( 60km/h )

– Divieto assoluto di scendere dall’auto

– Rientrare al campo prima del tramonto ( 18.00 )

– Lanciare qualsiasi tipo di oggetto/cibo dal finestrino 

È importante capire che non si è allo zoo, siete all’interno della savana, gli animali sono liberi e potrebbero reagire perché spaventati dalla nostra presenza. 

Rispettiamo e proteggiamo questo paradiso!