“Se dovessi immaginare il paradiso, sarebbe esattamente così, come le Isole Daymaniyat in Oman, un pugno di isolotti disabitati circondati da acque turchesi e una coloratissima barriera corallina… sì, lo immagino proprio così! “


Dove si trovano le Isole Daymaniyat ?
Quando andare ?
Cosa le rende così uniche?

Come raggiungere quest’arcipelago ?
Quale tipo di escursione scegliere ?
Cosa mettere in borsa ?
Video


Dove si trovano le Isole Daymaniyat?

So che potrebbe risultare scontato dirvi che le Isole Daymaniyat fanno parte del Sultanato dell’Oman, ma vi assicuro che quando ho condiviso la mia partenza, molti hanno esordito così: ” l’Oman? Ma cos’è? ” o peggio ancora ” ma l’Oman è un paese? ” … quindi sì, questo arcipelago si trova in Oman, una delle destinazioni più misteriose ed intriganti del Medio Oriente.

La perla nascosta nel corno d’Arabia, oltre ad essere famosa per la sua raffinata architettura, per i suoi wadi, gli impressionanti canyon e i souk brulicanti di vita, colori e profumi, ospita anche l’unica riserva naturale marina dell’Oman, quella delle Isole Daymaniyat, dove baie deserte, spiagge incantevoli diventano rifugio di tartarughe, barriere coralline e fondali incontaminati.

Otto isole ancora sconosciute, un vero e proprio paradiso per chi ama immergersi o per chi semplicemente ama andare in esplorazione con maschera e boccaglio, e magari con un pizzico di fortuna ritrovarsi faccia a faccia con una splendida tartaruga.

Isole Daymaniyat in Oman: il paradiso nel corno d'Arabia

Riserva Naturale delle Isole Daymaniyat

Quando andare?

Il periodo migliore per un viaggio in Oman corrisponde al nostro inverno, da Novembre ad Aprile, quando le temperature gradevoli ( 25° / 30° ) e l’assenza di precipitazioni creano le condizioni ideali per muoversi sul territorio.

Chi deciderà invece di visitare l’Oman in estate, che va da Maggio a Settembre, dovrà prepararsi a temperature asfissianti ( 40° / 45°), a una forte umidità e al rallentamento di tutte le attività nelle ore più calde ( 12.00 / 17.00). Il clima in questo periodo ahimè è proibitivo, soprattutto se volete godervi i trekking nei Wadi, lo shopping nei souk o per esempio l’esperienza in tenda beduina nel deserto.

Io ci sono stata ad Aprile e le temperature a mio avviso erano già insopportabili, al sole mi sembrava di bruciare viva!

Le spiagge delle Isole Daymaniyat in Oman

Non è un paradiso?

Cosa le rende così uniche?

Le spiagge bianche e selvagge delle Isole Daymaniyat sono luogo di sosta per migliaia di uccelli migratori e tartarughe marine che ogni anno migrano dalle coste del Mar Rosso, del Golfo Persico e della Somalia per depositare le loro uova.

Le tartarughe che nuotano nella Riserva Naturale delle Isole Daymaniyat in Oman

Le tartarughe marine nella Riserva Naturale delle Isole Daymaniyat

Ed è stato proprio il ” mondo lento ” e affascinante di queste creature a scuotermi l’anima… le emozioni.

Le baby tartarughe iniziano ufficialmente la lotta per la sopravvivenza al momento della nascita, quando così piccine scavano per ore per riemergere dalla sabbia per poi dirigersi verso il mare, affrontando sin da subito i primi predatori.

Le fortunate che riescono a trovare e sopravvivere lungo la strada verso il mare, nuotano ininterrottamente per 24/48h per allontanarsi dalla costa e raggiungere finalmente le acqua profonde. Qui, queste minuscole creature saranno in balia di correnti oceaniche, predatori e solo poche di loro riusciranno a diventare adulte e a mettere al mondo a loro volta una nuova generazione di tartarughe marine.

Dovranno trascorrere dai 15 ai 50 anni prima che raggiungano la maturità sessuale, e la cosa meravigliosa è che dopo aver percorso in lungo e in largo gli oceani, torneranno per nidificare sulla spiaggia in cui sono nate.

Ogni anno, tra luglio e ottobre, sulle spiagge delle Isole Daymaniyat arrivano circa 20 mila tartarughe a depositare tra le 50 e le 200 uova sotto la sabbia calda del paradiso che hanno scelto.

Vedere le tartarughe in Oman sulle isole Daymaniyat

Un Tête-à-tête speciale nelle acque turchesi delle Isole Daymaniyat

Ora capisco perché la tartaruga porta fortuna, è un animale che rappresenta la tenacia, la resilienza, la forza… e da oggi in poi io le considererò le guerriere del mare.

Come raggiungere quest’arcipelago?

Quest’arcipelago è facilmente raggiungibile da Mascate, la splendida, profumata e accogliente capitale dell’Oman. A 40min di navigazione dal porto Al Mouj Marina, si raggiunge la prima isola dell’arcipelago e io per farlo mi sono affidata a loro, una piccola compagnia locale che con tanta passione e amore verso la propria terra, mi ha accompagnato nella scoperta di questo paradiso naturale.

Issa, il capitano dell’imbarcazione, ha dato il tocco finale a quest’esperienza, con i suoi racconti di vita in questa terra che  timidamente si sta aprendo al mondo.

Le acque turchesi e cristalline delle Isole Daymaniyat in Oman

Quale tipo di escursione scegliere?

Daymaniyat Half Day
09.00 / 12.00
25 Omr ( approx. 59€ )

Daymaniyat Full Day
09.00 / 17.00
30 Omr ( approx. 70€ )

Campeggio a 5*****
E se vi dicessi che è possibile anche campeggiare in questo paradiso ci credereste? Sì, se avete a disposizione più giorni e volete vivere un’avventura wild tra cielo e mare, potrete montare la vostra tenda in spiaggia.
Che cosa pazzesca addormentarsi ascoltando le onde che si infrangono sulla riva!

60 Omr a persona ( approx. 140€ ) – include attrezzatura da snorkeling e snack.
80 Omr a person ( approx. 188€ ) – include attrezzatura da snorkeling, acqua, tenda, cena & colazione.
Requisito: Minimo 6 persone

Cosa mettere in borsa?

– Scarpette da scoglio
– Maschera e boccaglio
– Gopro
– Pranzo a sacco ( frutta e bibite sono incluse nell’escursione – NO Alcolici )
– Protezione solare
– Maglietta Anti UV ( il sole picchia di brutto laggiù! )

Video

E se volete tuffarvi virtualmente nelle acque turchesi delle Isole Daymaniyat ↴